Tre Roero da leccarsi i baffi

Tra i tanti Roero 2013 assaggiati ecco alcuni dei miei preferiti, da non perdere.

Alberto Oggero – Roero 2013

Anzitutto il Roero 2013 di Alberto Oggero, con frutto maturo in evidenza al naso e in bocca, tannino già godibile ora, solo una leggera alcolicità scompone appena un sorso gustoso e classico del nebbiolo roerino.

Cascina Ca’ Rossa – Roero Riserva Mompissano 2013

Il Roero Riserva Mompissano 2013 è forse il migliore mai bevuto, almeno al pari con il 2010. Ha un frutto vivo e fresco, note intense di ciliegia e pepe al naso, in bocca una trama tannica molto fitta ma mai asciugate. Un grandissimo Roero, bravo Angelo!

Cascina Chicco – Roero Riserva Valmaggiore 2013

Chiude il triplete roerino il Roero Riserva Valmaggiore 2013 di Cascina Chicco. Il naso è ancora un po’ dominato da note di legno nobile ma lascia percepire i frutti scuri ben maturi ed in bocca pur nella sua gioventù è un rincorrersi di mora, sentori terrosi, ematici, tannino scalpitante. 

Share
12ce932a42" />